area archeologica

Lo scopo del bando di concorso è quello di valorizzare un’area posta all’interno del centro storico e caratterizzata dalla presenza dei resti dell’antica chiesa, ricollocando nel sito, previo accurato restauro, i superstiti portali lapidei al momento dislocati.
Il progetto nasce dal presupposto che non esiste spazio se non esiste una sua definizione e non esiste porta (riferito ai portali della chiesa) che non necessiti di una parete da “bucare”.
In un solo elemento architettonico vengono condensati tutti i concetti fondamentali della proposta progettuale: racchiudere, proteggere, raccontare, gerarchizzare, aprire, condurre, camminare, scoprire, nascondere.

Programma: Spazio pubblico
Stato: Concorso di progettazione
Progetto: Grazia Cocina, Giacomo Mulas
Restauro portali lapidei: Luisa Ganga
Contabilità: Massimiliano Cao
Consulenza archeologica: Mariagrazia Porcu
Anno: 2014