quartiere direzionale

Il progetto riqualifica un’area ex-industriale inserendo al suo interno un mix funzionale necessario per il destino della città. Gli spazi residuali tra preesistenza e progetto diventano assi urbani capaci di organizzare e distribuire il programma, che spazia tra il terziario, il sacro, il commercio, la residenza. Il progetto organizza i fronti verso la strada e introduce un cuore interno, un woonerf, vera spina dorsale dell’insediamento ed elemento di connessione tra la memoria e la nuova trama urbana.

Programma: Spazio pubblico
Stato: Progetto finalista concorso di idee Europan 12
Team: Matteo Boldrin, Claudio Bonfanti, Emanuele Bruno, Matteo Motti, Giacomo Mulas, Paolo Russo
Anno: 2013