piazza

L’intervento elimina ogni superfetazione esistente, abbattendo le barriere architettoniche e gli alberi che con il tempo avevano danneggiato le pavimentazioni della piazza. Si viene così a creare uno spazio vuoto molto chiaro e leggibile, in cui lo stacco da terra identifica il luogo della piazza stessa, proteggendola dalla circolazione automobilistica delle vie che la circondano.
Si è deciso di mantenere il leccio esistente, unica specie autoctona, e di piantumarne altri. Le aree pavimentate, funzionali allo stare e all’attesa dell’autobus extraurbano fanno da contraltare allo spazio del prato, pensato per il gioco ed il relax degli abitanti del quartiere.

Programma: Spazio pubblico
Stato: Realizzato
Progetto: Marino Coni, Giacomo Mulas
Contabilità: Massimiliano Cao
Direzione lavori: Giacomo Mulas
Anno: 2015